You are here
Home > Pesca

Approccio all’acqua, come avvicinarsi alla zona di pesca, il segreto per la cattura della trota in torrente.

Approccio all’acqua, come avvicinarsi alla zona di pesca, il segreto per la cattura della trota in torrente.

Approccio all’acqua, come avvicinarsi alla zona di pesca, il segreto per la cattura della trota in torrente.

Vota questo contenuto

Ho scritto un titolone perchè l’argomento è davvero importante:

Approccio all’acqua, come avvicinarsi alla zona di pesca, il segreto per la cattura della trota in torrente.

Vediamo un po cosa vuol dire. Tutti dicono che pescare le trote è facile, si può essere vero ma non in tutti gli ambienti. Ci sono ambienti in cui le trote sono furbe e diffidenti, quelli in cui ci sono le così dette “selvatiche” trote che non appena sentono un rumore o vedono le ombre in acqua scappano… Lo avete mai visto un posto così? Forse si, un qualsiasi trato di fiume o terrente di montagna o fondovalle che non è di quelli ripopolati con la così detta pronta pesca.
Forse sono stato fortunato o forse me la sono solo cercata, ma la mia prima esperienza con pesci selvatici risale ad una vita fa, quando in Trentino mi imbattevo in un “personaggio” (che ho subito ammirato e rispettato) che mi ha portato a pescare le trote nei suoi posti.
Infatti da li nasceva l’idea PescaOk, la pesca in mezzo alla natura… chissa chi se la ricorda questa foto qui…

Era la foto che inserii nella testa del sito, trote prese in un posto fantastico dove ho imparato tantissimo. Però ci sono anche posti meno “imboscati” tipo un torrente di fondo valle, che è il posto che voglio descrivervi…

Torniamo al discorso principale e scusate per la divagazione:

Regola n°1: Le trote non sono tutte fessacchiotte, ci sono anche quelle furbe.

Regola n°2: Non devi vedere le trote da vicino, ti basterà prenderle all’amo per avvicinarle a te, nel senso che in un fiume o torrente, non ha molto senso arrivare sula sponda e farsi vedere, no?

Regola n°3: Non andare fischiettando o parlando al cellulare quando vai a pescare, stai zitto, cammina senza far rumore e guarda con attenzione cosa succede sul pelo dell’acqua. E’ importante arrivare vicino al posto del tuo lancio senza farti sentire dai pesci.

Regola n°4: Prima di lanciare, pensa a dove potrebbe stare il tuo pesce, impara a leggere l’acqua del torrente o del fiume…

Regola n°5: Non lanciare bombe in acqua, le trote furbe non sono sempre attratte dal rumore del tuo artificale in acqua, a volte lo prendono al volo (appena tocca acqua) ma a volte impaurite scappano, quindi inizia a tirare pezzi piccoli e vedi cosa succede.

Regola n°6: Di solito si dice di salire il torrente pescando, ma anche qui… prova anche a scenderlo per alcuni tratti, ma lancia sempre verso monte… le trote di solito aspettano che il nutrimento gli arrivi con la stessa direzione in cui scende l’acqua (poi però ti dirò qualcosa in più)

Regola n°7: Se la prendi non esultare, non gridare, aspetta di prenderne 2 o 3 prima di perdere la concentrazione!

Regola n°8: Molto probabilmente non ne pescherai molte, se sono quelle furbe, ne basterà anche una per farti vedere quanto la bellezza di una trota selvaggia ti ripaga la giornata.

Ciao ed a presto.

Alessio

Grazie Walter!

Published at Thu, 02 Nov 2017 18:49:41 +0000

Lascia un commento

Top